Aumenta in aprile la fiducia dei consumatori italiani su occupazione e crescita 

27/04/2010
-
La fiducia del consumatore italiano e’ inaspettatamente cresciuta in Aprile rispetto al dato piu’ basso dell’anno grazie alla crescita dell’ottimismo delle famiglie nella ricerca di un impiego.

L’indice della fiducia del consumatore dell’Isae e’ salito a 107.9 dal 106.3 di Marzo, il dato piu’ basso dal giugno scorso,  ha fatto sapere il centro di ricerca di Roma in un comunicato via e-mail. Gli economisti avevano predetto una lettura del 160.3, secondo la media di 11 previsioni di una sondaggio di Bloomberg News.

La ripresa e’ “dovuta ad una vista piu’ favorevole del mercato del lavoro, confermata sia dallo stato del budget delle famiglie e sia dalle intenzioni di acquistare beni durevoli,” ha detto l’Isae.

La quarta economia piu’ forte d’Europa crescera’ dello 0.8 percento quest’anno e dell’1.2 percento nel 2011, ha affermato Il Fondo Monetario Internazionale la scorsa settimana, non appena il recupero prendera’ piede  nei paesi emergenti e negli Stati Uniti. La produzione industriale probabilmente e’ cresiuta stagionalmente, ha affermato Confindustria il 22 Aprile, posizionandosi all’1.7 percento nel primo trimestre.

Con compagnie come Fiat SpA, la più grande industria manifatturiera d`Italia, che tagliano posti di lavoro, la disoccupazione ha pesato sulla spesa dei consumatori che si e` contratta dello 0,1 percento nell`ultimo trimestre. Per ritornare a livelli di spesa pre-recessione ci vorranno almeno 5 anni, ha sottolineato il mese scorso Confcommercio.

Tuttavia, ci sono segnali che indicano come le imprese potrebbero tornare ad assumere non appena la ripresa divenga stabile. Le previsioni del Fondo Monetario Internazionale indicano che il tasso di disoccupazione italiano aumenterà fino all`8,7 percento nel 2010, prima di scendere all`8,6 percento nel 2011. Il tasso era dell`8,2 percento nel quarto trimestre dello scorso anno.

L`ottimismo dei consumatori in Italia contrasta con i dati della Francia, dove un rapporto dell’istituto statistico parigino Insee sottolinea oggi come l`indice della fiducia delle famiglie da meno 34 a marzo sia sceso questo mese inaspettatamente a meno 37.

L`Isae ha condotto le sue ricerche tra l`1 e il 16 aprile. (Bloomberg)

--Con l`assistenza di Giovanni Salzano a Roma. Editori: Jeffrey Donovan, Andrew Davis