Made in Italy: “Halal”, marchio di qualità conforme al Corano
30/06/2010
-

Creare un marchio di qualità “Halal” per certificare la conformità alle leggi coraniche dei prodotti italiani dei settori agro-alimentare, cosmetico e farmaceutico, L’iniziativa sarà presentata il 30 giugno alla Farnesina, alla presenza del Ministro Frattini. Nell’occasione sarà firmata una convenzione interministeriale di sostegno al progetto “Halal Italia”, la cui realizzazione sarà curata dalla Co.Re.Is. Italiana, che ha partecipato al primo progetto pilota in materia, realizzato della Camera di Commercio di Milano, e ha istituito al proprio interno un apposito organo, con marchio registrato, che rilascerà su scala nazionale ai prodotti italiani certificazioni Halal garantite da un elevato grado di serietà e trasparenza, in totale conformità con la normativa italiana ed europea in materia sanitaria.

Oltre a Frattini, saranno presenti anche il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio e il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Giancarlo Galan. Sono stati invitati a prendere parte all’evento gli Ambasciatori accreditati in Italia dei Paesi dell’Organizzazione della Conferenza Islamica ed i vertici delle Istituzioni e delle Associazioni di categoria potenzialmente interessate all’iniziativa.

Il progetto di certificazione “halal” riveste una particolare rilevanza nell’ambito delle iniziative realizzate dal MAE a sostegno dell’internazionalizzazione del sistema produttivo italiano e, attraverso attività mirate a facilitare l’accesso ai mercati islamici dei prodotti dell’eccellenza del made in Italy, potrà contribuire a rafforzare il collegamento tra l’Italia ed i Paesi a maggioranza musulmana.