Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_washington

Difesa

 

Difesa

 

image009

Le Frecce Tricolori sorvolano la città di Roma

 

Italia e Stati Uniti vantano una intensa cooperazione nel settore difesa. Le iniziative di cooperazione sono seguite dall'Ufficio dell’Addetto per la Difesa e per la Cooperazione Difesa, che opera all’interno dell’Ambasciata in stretto coordinamento con gli altri uffici della missione diplomatica.

L’Ufficio è retto da un Generale che rappresenta il Ministero della Difesa italiano ed il Capo di Stato Maggiore della Difesa italiano negli Stati Uniti. Lo scopo della sua missione è:

  • sostenere, veicolare e illustrare la politica di difesa italiana presso il Dipartimento della Difesa americano, evidenziando le capacità, le attività e gli equipaggiamenti di cui dispongono le Forze Armate italiane;
  • fornire al Ministero della Difesa italiano informazioni su questioni di rilevanza politico-militare afferenti agli Stati Uniti nonché su temi della difesa, quali lo sviluppo delle Forze Armate americane, gli equipaggiamenti e l’impiego di contingenti all’estero;
  • promuovere relazioni e iniziative bilaterali con il Dipartimento della Difesa americano;
  • consigliare l'Ambasciatore d’Italia a Washington sui temi della difesa;
  • rafforzare i legami ed accrescere la reciproca conoscenza nello specifico settore organizzando visite di autorità della Difesa italiana negli Stati Uniti;
  • assistere e vigilare sul personale militare italiano dislocato presso infrastrutture militari nel territorio degli Stati Uniti.

Inoltre, quale rappresentante del Segretario Generale della Difesa/Direttore Nazionale degli Armamenti, l’Ufficio dell’Addetto per la Difesa e per la Cooperazione Difesa ha il compito di:

  • promuovere la cooperazione tra Italia e Stati Uniti in materia di ricerca e sviluppo di programmi tecnologici, con particolare attenzione alla necessità che gli equipaggiamenti sviluppati siano pienamente interoperabili;
  • assistere le industrie italiane della difesa nelle loro iniziative di cooperazione con quelle americane e partecipare a discussioni bilaterali o multilaterali in materia di controllo delle esportazioni;
  • supportare il processo di procurement a beneficio delle Forze Armate italiane, al fine di acquistare dal governo americano (attraverso i Foreign Military Sales) o direttamente da società statunitensi (attraverso Direct Commercial Sales) i necessari equipaggiamenti necessari.

Link:


1718