Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_washington

Prosegue a Washington "Protecting our Heritage" - Riflettori oggi sul Museo Egizio di Torino

Data:

25/05/2016


Prosegue a Washington

Washington, 25 maggio 2016 - Prosegue a Washington "Protecting our Heritage", la serie di eventi organizzati dalle Ambasciate e dagli Istituti di Cultura europei riuniti nel network "EUNIC" per diffondere la consapevolezza della necessità di fare di più per proteggere il patrimonio culturale dell'umanità dalle minacce rappresentate da terrorismo, criminalità, cambiamenti climatici o più semplicemente incuria. La serie, proposta dalla presidenza di turno italiana del network, esercitata per tutto il 2016 dall'Istituto Italiano di Cultura a Washington, gode del patrocinio dell'UNESCO.

Quattro gli appuntamenti in programma nei prossimi giorni, che si aggiungeranno ai numerosi eventi già organizzati - da ultimo, un seminario sul ruolo delle organizzazioni private il 16 maggio scorso in Ambasciata in collaborazione con Friends of Florence e con la National Geographic Society.

Stasera l'Ambasciata d'Italia a Washington ospiterà Christian Greco, Direttore del Museo Egizio di Torino, per una conferenza sull'esperienza del Museo torinese nel coinvolgimento delle comunità locali e di altri attori, per rendere rilevante per la nostra identità presente il patrimonio culturale delle civiltà del passato. Nel corso dell'evento sarà inaugurata la mostra "1906-2016, THE DISCOVERY OF THE TOMB OF KHA”, con foto d'epoca del celebre archeologo italiano Ernesto Schiaparelli, che fu anche un predecessore di Greco alla direzione del Museo Egizio.

Sempre in Ambasciata, il 27 maggio l'esperto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo italiano, Alessandro Bianchi, terrà una conferenza sulla protezione del patrimonio culturale nelle aree di crisi. Nel corso dell'evento Aparna Tandon, dell'International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property (ICCROM), basato a Roma, presenterà l'innovativo corso di "Pronto Soccorso per il patrimonio culturale nelle aree di crisi", che si terrà a Washington in collaborazione con la prestigiosa Smithsonian Institution e la partecipazione di numerosi esperti da tutto il mondo.

L'8 e il 9 giugno ci saranno due eventi organizzati dall'Ambasciata di Spagna: il primo sul ruolo delle forze di polizia nella lotta ai traffici internazionali di opere d'arte e reperti archeologici. Il secondo sull'impiego delle nuove tecnologie nel facilitare la comprensione e la protezione del patrimonio culturale del passato, con la partecipazione di IMAGEEN (Spagna), ETT Solutions (Italia), AHE (UK) e NAVTECA (Stati Uniti).

Presso la Delegazione dell'Unione Europea a Washington, infine, è attualmente in corso la mostra " War & Art: Destruction and Protection of Italian Cultural Heritage during World War I ", realizzata in collaborazione col Museo del Risorgimento di Roma, che illustra l'impegno degli Italiani e dei loro alleati per proteggere il patrimonio culturale italiano durante la Prima Guerra Mondiale.

"Protecting our Heritage è un viaggio affascinante alla scoperta del senso delle nostre radici, a cui sta partecipando un numero crescente di attori, tra musei, università, centri di ricerca, organizzazioni internazionali, imprese, organizzazioni private", ha commentato l'Ambasciatore d'Italia a Washington, Armando Varricchio. "E' un programma che sottolinea l'importanza del nostro passato, ma che guarda con decisione al futuro, a ciò che la comunità internazionale può fare di più, mettendo in campo le proprie migliori energie. L'evento di stasera con Christian Greco ne è un esempio: il Museo Egizio di Torino, che custodisce la seconda collezione di antichità egiziane al mondo dopo quella del Cairo, e che è stato di recente totalmente rinnovato, è oggi uno straordinario modello nell'uso di nuovi linguaggi museali e nell'attuazione di innovativi progetti di ricerca e divulgativi."

Per maggiori informazioni sul programma “Protecting our Heritage”: http://washington-dc.eunic-online.eu/?q=heritage


1921