Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_washington

Visita di una rappresentanza di Wounded Warriors italiani negli Stati Uniti

Data:

02/12/2016


Visita di una rappresentanza di Wounded Warriors italiani negli Stati Uniti

Una delegazione di "Wounded Warriors" italiani, guidati dal T.Col. Gianfranco Paglia, Medaglia d'Oro al Valore Militare e Consigliere del Ministro della Difesa, ha effettuato una visita negli Stati Uniti dal 28 novembre al 2 dicembre 2016. La delegazione di militari italiani feriti nel compimento del loro servizio era composta dal T.Col. Marco Iannuzzi, dal Masups Bonaventura Bove, dal CMCS Salvatore La Manna e dal CMS Monica Contraffatto.

Durante la permanenza della delegazione a Washington D.C. l’Ambasciata d’Italia e l’Ufficio dell’Addetto per la Difesa e la Cooperazione per la Difesa hanno organizzato alcuni eventi istituzionali, sociali e culturali di particolare rilievo.

Nella mattinata del 30 novembre presso il Cimitero Monumentale di Arlington il T.Col. Gianfranco Paglia, accompagnato dal Gen. D.A. Luca Goretti, ha deposto una corona di fiori presso la Tomba del Milite Ignoto, alla presenza della delegazione italiana e di una rappresentanza di militari italiani in servizio presso Enti italiani e americani e Istituti di formazione statunitensi presenti nell’area di Washington.

In serata, presso l’Ambasciata d’Italia a Washington si è svolto, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti, Armando Varricchio, un evento conviviale al quale ha partecipato una folta rappresentanza di "Wounded Warriors" americani e loro familiari e numerosi rappresentanti delle istituzioni civili e militari statunitensi, in una sorta di gemellaggio che ha suggellato ulteriormente gli eccellenti legami di amicizia tra l'Italia e gli Stati Uniti. Durante l’evento, che si è svolto in un clima di grande amicizia e sincera cordialità, i militari italiani hanno avuto la possibilità di trascorrere alcune ore in compagnia dei colleghi americani.

Molto piacevole e cordiale è stato anche l’incontro avuto dalla delegazione italiana con una nutrita rappresentanza della comunità italiana residente negli U.S.A. L’incontro, svoltosi il primo dicembre presso la "Casa Italiana" della Holy Rosary Church, è stato un'ulteriore dimostrazione della vicinanza degli italiani residenti all'estero con le nostre Forze Armate, già dimostrata recentemente in occasione delle celebrazioni della ricorrenza della Giornata dell'Unità d'Italia e delle Forze armate.

Di particolare rilievo infine è stata la visita della Delegazione alla base dei Marines a Quantico, come pure la sosta per onorare i caduti americani simbolicamente ricordati presso i principali “memorial” della capitale americana, quali quelli dedicati alla Seconda Guerra Mondiale, alla Guerra di Corea, alla Guerra del Vietnam nonché al monumento in ricordo del Rev. Martin Luther King Jr.

Il successo dell’iniziativa ha consentito di cementare ulteriormente il rapporto di amicizia e collaborazione instaurato con i colleghi statunitensi durante i recenti “Invictus Games”, svoltisi lo scorso maggio a Miami. È stato così possibile rafforzare la comunanza di scopi e condividere le rispettive esperienze in merito all’organizzazione e gestione del recupero psico-fisico dei colleghi rientrati dai vari teatri operativi, dove i nostri militari sono impiegati nelle operazioni a difesa della sicurezza e della pace in tante tormentate regioni del pianeta.


1992